Tumblelog by Soup.io
Newer posts are loading.
You are at the newest post.
Click here to check if anything new just came in.

June 29 2011

Le stele de Laura

Il giornale “La domenica di Vicenza”, attraverso Silvano, il mago di Arzignano, ha pensato di dedicarmi qualche riga in occasione del mio matrimonio. Ve le riporto, ringraziando il mago (e tutta la redazione del giornale) per il simpatico omaggio, oltre che tutti quelli che hanno condiviso con noi questo felice momento.

Che la cara tosata dela Laura finalmente la gha meso la testa a posto.

La se gha sposà ciò.

La Fincato, che tra nialtri xovani de na volta la iera “le pi bele gambe del PSI” la me xe convolà a giuste nosse col so Giuliano.

La ghà fato le robe in grande ciò. A oficiare la ghà ciamà el so amicon Renato, chel toco de Ministro del Brunetta.

Na cariera fata de grandi sodisfasion la sua. Deso Orsoni el ghe gha dà la delega par l’Espò. Secondo le me prevision la farà un gran figuron anca sto giro.

Del resto la xe un cancro, gran teston, nata un mercore el dodaxe de luglio del sinquanta.

Tra poco la compie anca gli ani, sesanta tondi tondi, lo dixemo parchè la li porta benon ciò, la par ancora la tosatela de sti ani quando che lai faxeva inamorare tuti da Ponte Pusterla a Contrà Chioare.

Secondo le me carte el matrimonio col Giuliano l’è nato soto na bona stela.

Tuto andara lisio come l’oio del mare de Venesia e alora, cara la me Laureta, non stà desmentegharte de nialtri amisi de na volta.

Quando che torni casa da Cortona dove che ti si andà a sposarte ricordate de ciamarne tuti che te femo un gran feston. Lo gheto ancora el me numaro? Van ben dai, te ciamo mi o se nò se vedemo su faisbuc. Ghe sito? Dai che te taggo!

Per chi volesse leggere tutto l’articolo, il link è questo: http://www.ladomenicadivicenza.it/a_ITA_2630_1.html

January 09 2011

Un saluto dall’Argentina

A parte il solito vento patagonico, lo spettacolo e’ indescrivibile! Per cui ho detto al ghiacciaio che tornerò ancora. Peraltro non c’e’ due senza tre!!
Un saluto dall’Argentina

Laura

December 31 2010

Dal Cile una riflessione sulla democrazia

Stamattina,per voi che siete al freddo quattro ore di differenza ,sono stata al Cimitero di Santiago a salutare Salvador Alliende che lì è sepolto, insieme a quei pochi corpi di martiri della dittatura cilena – pochi corpi sono stati ritrovati – ma c’è un muro con migliaia di nomi, donne e uomini. Non ho mai dimenticato quell’otto di marzo del 1988 quando, insieme a quattro mie collega deputate (una è Mariapia Garavaglia) venimmo qui perché il regime-ormai agonizzante e per questo più cattivo, alla vigilia del referendum di mediazion, aveva autorizzato una festa di donne all’oratorio dei salesiani in cambio di una manifestazione solo all’interno delle mura. Naturalmente noi parlamentari avevamo trovato modo di portare dei sostegni anche economici. Ogni partito dava alla resistenza cilena (Ricardo Lagos, che poi diventò presidente socialista, come la ultima Bachelet, era il mio referente – e fu grazie al nostro addeto commerciale (l’Italia aveva ritirato l’ambasciatore ma nel giardino e tra le mura dellla nostra ambasciata avevano trovato rifugio tanti perseguitati) riuscimmo a passare senza il controllo fisico che avrebbe rivelato dentro gli slip ed i reggiseni i dolllari!!! Ma quel pomeriggio dell’otto di marzo le ragazze cilene percorsero un centinaio di metri con le mimose in mano e questo bastò per scatenare i carabineros in tenuta antisommossa che stavano agli angoli delle strade: ci chiusero dentro l’auditorium e ci buttarono il gas,di quello nervino,che blocca la respirazione: io credetti di morire tra gli urli e le lacrime di quelle ragazze, non riuscendo neppure io a respirare e svenendo. Fu un carabiniere italiano ad evitarci il carcere perché, mentre i cileni entravano in oratorio e cominciavano gli arresti, ruppe il catenaccio al portoncino del cortile dove ci stavamo ammasando, e ci caricò di peso in macchina, cosicché ci rifugiammo in ambasciata. Stamattina, di fronte alla tomba di Alliende, e al muro con i nomi di tanti eroi, mi sono sentita piccola piccola per la paura che avevo avuto, ma anche orgogliosa di aver avuto una possibilità di aiutare a recuperare la libertà e di aver portato un poco di solidarietà alle giovani cilene, condividendo con loro paura ma anche un poco di otto di marzo.

Per voi ora è già cominciato l’ultima notte del 2010. Sogni belli, come quelli che hanno fatto vincere i democratici in Cile, anche quando gli incubi della dittatura impaurivano!

Senza nome 1 Senza nome 2 Senza nome 3 Senza nome 4 Senza nome 5 Senza nome 6

December 21 2010

July 31 2010

Battesimo dell’acqua per l’Associazione

Tempo bellissimo (dopo il diluvio di giovedì), vento e sole per il primo incontro della nostra Associazione.Con a bordo 17 soci – più il pilota, per evitare i cattivi pensieri dei superstiziosi, via verso il Lazzareto Nuovo, discutendo di moto ondoso, per conoscere Il Nuovo Trionfo, ultimo trabacolo tradizionale privato. Lo abbiamo visitato mentre ci veniva ben spiegato lo scopo della Associazione Compagnia della Marineria Tradizionale – con la promessa che a settembre ci si incontra di nuovo in isola anche per visitare e vedere i reperti archeologici e tornare a parlare di Parco della Laguna.
Rotta verso Mazzorbo e lunch ai Cacciatori: antipasto di pesce e risotto di go. Si mangia e si ragiona, prendendo la parola a turno – anche, ovvio, al solito, con qualche sovrapposizione di voci e tentativi di contraddittorio! Rigorosamente escluso ogni riferimento al PD e alle ultime vicende in Consiglio Comunale, nomine, aziende, Giunta, altri partiti, ecc., perché avevamo deciso – e manteniamo -che l’Associazione deve poter contare su quella libertà e quella ricchezza di apporti che nascono dalle appartenenze e dalle non appartenze! E quindi, al centro del dibattito: che città siamo, quale identità di terraeacqua, quali diversità ci configurano, quali dimensioni di modernità e tradizione, quale sviluppo e quale Venezia metropolitana, quali analisi di residenza, lavoro, turismo, mobilità ecc. ci permettono una lettura completa di una complessità che è unica al mondo dalla sua origine e che non può e non deve diventare omologazione per il futuro.
Abbiamo individuato nel metodo del confronto – in primis con le altre associazioni, numerose e differenti, che operano, e magari da tempo, su questi temi – e nel sistema di relazioni sui dossier una peculiarità che vogliamo ci contraddistingua. Abbiamo pensato che legge speciale sia il titolo del Dossier sul quale lavorare e nel quale riassumere le nostro proposte, una volta elaborate.
Compiti per casa, pagato alla romana il conto e risaliti a bordo: resocondo scritto e verbale dell’incontro di oggi – naturalmente non e’ solo questo che inserisco nel blog!- approfondimento, da parte di chi ha preso la parola, delle idee che ha proposto: 1) recupero del testo e dei dati relativi alla spesa e all’utilizzo della legge speciale; 2) circolazione dei nuovi argomenti da proporre per una sua revisione/rivitalizzazione.
Appuntamento a Zelarino per settembre, il venerdì prima della storica per cominciare il lavoro della vita della Associazione!

foto (3) foto

July 08 2010

Terra e Acqua Metropolitana

Si chiama così la nostra associazione. Forse in molti si chiederanno se è proprio necessario avere un’altra associazione di pensiero politico, come se non bastassero quelle che ci sono (tante e con una buona capacità di presenza e rappresentanza), oltre ai partiti. La domanda è ancora più pregnante per chi, come me, è iscritto al Partito Democratico. La risposta la darete voi, la daranno i sottoscrittori. Aderire a Terra ed Acqua Metropolitana - che nel nome identifica un territorio, quello della nostra città, con i suoi temi, problemi e specificità – vuole dire voler affrontare questi temi con idee e proposte che avranno, in seno all’Associazione, un luogo di transito, di discussione e di rapporto libero, molto di più di quanto un partito (nel nostro caso il PD) possa per definizione offrire.

Non abbiamo in mente chissà quali oscure trame, e meno che mai  non vogliamo adoperare la partecipazione, che speriamo forte, come strumento per forzare altre realtà. Se ancora non fosse chiaro, lo scrivo esplicitamente: Terra e Acqua Metropolitana NON E’ e NON SARA’ una corrente del PD veneziano.

Concludo questa mia breve introduzione, invitando tutti quelli che vogliono regionare e parlare liberamente ad aderire.

In allegato potete trovare la bozza dello statuto.

Statuto Associazione

Ricordo a tutti quanti volessero essere soci fondatori che l’appuntamento per la sottoscrizione è per giovedì 15 luglio, alle ore ore 18,00 presso lo studio di Lorenza Pandiani (Via Carducci n. 13 – Mestre). Sarà quella l’occasione di parlare anche dei primi appuntamenti dell’Associazione. Vi sarò grata se vorrete indicarmi per mail o sms la vostra adesione.
Un caro saluto.
Laura

March 02 2010

Si ricomincia

In tanti, tantissimi me l’avete chiesto. Ed eccoci qua: questo blog - strumento di dialogo e di confronto durante le Primarie della Città – continuerà a funzionare. Sarà un luogo di riflessione politica, di scambio di idee e di informazioni, un mezzo per poter mantenere saldo il rapporto creato con migliaia di voi.
Laura

January 25 2010

2413 grazie!

Vorrei ringraziarvi uno per uno, ma è impossibile. Comincio a farlo da qui. Da soli, con una barchetta di carta – se mi passate la metafora marinara – abbiamo affrontato queste tempestose primarie e non siamo affondati di fronte all’ammiraglia messa in mare dal PD. Abbiamo sfiorato il 20%, che per qualcuno potrà sembrare nu risultato deludente ma che secondo me rappresenta un contributo al bacino elettorale del centrosinistra. Le analisi politiche le riservo ad un altro messaggio, qui permettemi di ringraziare le persone che hanno lavorato con me con tanta passione, quelli che hanno creduto in me, quelli che ho incontrato nei circa 140 appuntamenti pubblici organizzati durante il periodo delle Primarie, e le 2413 che hanno votato per me.

January 24 2010

Ogni voto è importante

 E‘ arrivato il giorno delle Primarie. Con il tuo voto puoi dire addio alla vecchia politica, alle scelte calate dall’alto, e puoi premare l’esperienza e l’impegno di chi, come me, ha amministrato tra la gente, per Venezia. Un voto di opinione (non di genere, anche se penso che la nostra città meriti un sindaco donna), un voto che chiedo agli elettori del PD ma anche ai non iscritti, a chi si riconosce nel programma che ho proposto, a chi vuole premiare la politica del fare, dell’ascolto e della condivisione. Vieni al seggio in basso il link all’elenco dei seggi) e porta una persona con te. Ogni voto è importante, io conto sul tuo. Grazie. Laura

January 23 2010

Ultimo giorno, forte del vostro sostegno!

Nuova1

 

 

 

 

 

 

 

Nuova2

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Aqvaalta
 

 

 

 

 

Ultimo giorno di primarie, vissute sempre con la gente, per la nostra città. Stamattina sono a Venezia, nel pomeriggio a Mestre. Ecco cosa pensa chi ha votato i sondaggi della Nuova Venezia e dell’associazione Aqvalta.

January 22 2010

I seggi delle Primarie

Ecco l’elenco di tutti i seggi. Domenica vieni a votarmi!

Seggi

Primarie, come si vota

Quando si vota:

Le elezioni primarie si terranno domenica 24 gennaio 2010. I seggi rimarranno aperti dalle ore 8 alle ore 20

Chi può votare:

Possono votare alle elezioni primarie le persone che, alla data nella quale le primarie stesse si tengono, abbiano compiuto il sedicesimo anno di età e che, cittadine o cittadini italiani nonché cittadine e cittadini dell’Unione Europea nonché cittadine e cittadini di altri paesi in possesso di permesso di soggiorno, residenti nel territorio comunale, dichiarino di riconoscersi nella proposta politico-programmatica della coalizione, di sostenerla alle elezioni amministrative del 2010, e accettino di essere registrate nell’«Albo pubblico delle elettrici e degli elettori del centrosinistra veneziano» al momento del voto.

Gli elettori che partecipano alle primarie devono versare, al momento del voto, una quota di almeno 1 (uno) Euro

Come si vota:

Il voto è valido solo se si esprime UNA sola preferenza per uno dei tre candidati.

Vince il candidato che ha ottenuto il maggior numero di voti validi.

January 19 2010

Scarica il magazine con il mio programma

CopertinaLF

 

 

 

 

 

 

Abbiamo realizzato un magazine in 8 pagine che ripercorre il mio lavoro svolto in questi anni e i progetti per il futuro di Venezia. Scaricalo cliccando sulla copertina, fallo leggere ai tuoi amici. E il 24 gennaio vieni alle Primarie per votarmi!

January 16 2010

Sottrarsi ai confronti vuol dire sottovalutare lo spirito delle Primarie

Vi scrivo in un momento di pausa nella mia giornata. Stamattina sono stata al mercato di Marghera, poi agli Orti per gli anziani del Rione Pertini e al centro civico di via Sernaglia per un incontro con il Psi. Tra poco vado al bar Piave, per confrontarmi con il comitato “La voce di via Piave”, quindi di corsa a Venezia, per un incontro pubblico organizzato dal circolo PD della Giudecca. Stasera ci sarà una cena con gli amici di Pellestrina al ristorante Campiello.
Ieri sera sono stato all’interessante (e lungo: abbiamo cominciato alle 20.45 e finito alle 23.15!) confronto organizzato dal gruppo consiliare di Felice Casson. Un incontro molto partecipato, con la sala gremita, e con singoli cittadini e rappresentanti di associazioni e comitati che hanno sottoposto me e l’altro candidato presente, Gianfranco Bettin, ad un fuoco di fila di domande molto precise. Un appuntamento civile e pacato, pieno di contenuti, nel vero spirito di queste Primarie della Città, organizzate per confrontare proposte e idee e scegliere il candidato del centrosinistra per le Amministrative. Spiccava l’assenza di Giorgio Orsoni, rimarcata dallo stesso senatore Casson (vi rimando alla sua dichiarazione, riportata dal sito Aqvaalta). Trovo che il sottrarsi ai confronti dimostri una sottovalutazione delle Primarie. Come lo è cambiare in corsa l’agenda degli appuntamenti. Il comitato organizzatore aveva individuato due date – mercoledì 20 a Venezia, venerdì 22 a Mestre – per i confronti a tre. Vista l’indisponibilità dell’avv. Orsoni a essere presente il 22, è stato deciso che l’incontro sarà uno solo. E sembra ci sia l’orientamento a spostarlo in Terraferma, per questione di spazio. Mi spiace, ma siamo di fronte ad una questione politica di fondo: ho dato disponibilità al Comitato per tutti gli incontri e dibattiti, e attorno alle sue decisioni ho costruito la mia agenda elettorale e i miei impegni da assessore comunale. Il 20 sono a Venezia, con appuntamenti prima e dopo il dibattito: l’ho fatto per rispetto delle regole che ci siamo dati, e perché credo che Venezia meriti un momento di confronto tra i candidati. Ci sono spazi e luoghi a non finire per accogliere centinaia di persone, sta al Comitato mobilitarsi (altrimenti perde la sua funzione di “organizzatore”). Sono stata già tante volte a Mestre e Marghera, sia da assessore in questi 5 anni di lavoro, che da candidata alle Primarie, nelle scorse settimane. Ieri sera a Mestre ci siamo confrontati in due, era un’occasione ideale per incontrarci in Terraferma. Cambiare le cose in corsa per assecondare un solo candidato mi sembra irrispettoso nei confronti dello spirito di queste Primarie. Dare, infine, prima la disponibilità ai confronti organizzati solo dal comitato e poi sottrarsi anche a questi, è irrispettoso nei confronti dei cittadini.

January 14 2010

Nota di servizio per il 24 gennaio

Chi vuole fare il presidente o il vicepresidente di seggio per le Primarie della Città, può rivolgersi per informazioni a Vincenzo Conte: vincenzo.conte@comune.venezia.it! Grazie

January 09 2010

Martedì 12 incontro con il Circolo Mobilità e Trasporti

Martedì 12 gennaio, alle 18, presso la sede della Federazione Provinciale del Partito Democratico, in via Cecchini a Mestre, è in programma un incontro di approfondimento con il Circolo Mobilità e Trasporti sui temi della mobilità sostenibile e delle idee dei candidati alle Primarie su questi argomenti. In allegato il volantino dell’iniziativa:

Incontro Mobilità e Trasporti

Comitati, con il Lido siamo a sei!

E sono sei! Con la nascita del comitato per Laura Fincato Sindaco di Venezia in seno al circolo del Lido di Venezia, sono già mezza dozzina i gruppi di sostenitori al mio fianco.

Dopo quelli di Carpenedo-Bissuola-Pertini, Gazzera, Giudecca-Sacca Fisola-Dorsoduro, Mestre-Centro, XXV Aprile di Viale San Marco, è nato anche il circolo del Lido di Venezia, la cui referente è Daniela Milani Vianello. Decine, ormai, le persone coinvolte in questa volata verso il 24 gennaio, impegnate con i banchetti e con la raccolta delle firme. Oltre a quelle necessarie per la sottoscrizione della candidatura, infatti (ne erano state consegnate poco meno di 2500), è proseguita l’operazione raccolta, per far conoscere meglio il mio programma.

Siamo oltre le 4600 sottoscrizioni, di uomini e donne, operai e professionisti, giovani e anziani. Per me non fa differenza, sono tutti miei sostenitori e sono tutti ugualmente importanti, perché firmando con nome e cognome hanno deciso di credere in me e di darmi fiducia. Il mio impegno è di far crescere ancora questo numero fino al 24 gennaio, ma soprattutto di ripagare con i fatti questa fiducia.

Older posts are this way If this message doesn't go away, click anywhere on the page to continue loading posts.
Could not load more posts
Maybe Soup is currently being updated? I'll try again automatically in a few seconds...
Just a second, loading more posts...
You've reached the end.

Don't be the product, buy the product!

Schweinderl